Un Molise che pochi conoscono: la Basilica dell’Addolorata

Note di una domenica in Molise.

L’imponente struttura della  Basilica Santuario di Maria Santissima Addolorata in stile gotico francese interamente realizzata con pietra locale si erige solitaria tra le rocce in provincia di Isernia nel Molise.

On the road è impossibile non notarla.

Lo spettacolo è veramente mozzafiato.

La Basilica dell’Addolorata

Un Molise che pochi conoscono: la Basilica dell’Addolorata

La Basilica dell’Addolorata

Una mattina mi è capitato di fare una ricerca sui posti più sconosciuti e più belli d’Italia e mai avrei creduto che uno di questi sarebbe stato proprio in Molise, la regione che tutti gli italiani scherzosamente si chiedono sempre se esista per davvero o no!

Esiste, esiste!

Tra le sue montagne di un verde primaverile splendente e piene di peschi in fiore, si scorge una grande cupola verde. Per qualche effetto ottico sembra anche azzurra, ma si intona perfettamente al verde circostante o al bianco della neve invernale.

La sua storia inizia in 22 marzo del 1888 grazie a racconti su varie apparizioni della Vergine Maria e di una grazia ricevuta da un giovincello guarito dalla tubercolosi ossea. Il sito del Vaticano narra queste vicende in maniera molto appassionante.

Giuseppe Gualandi è l’ingegnere che ha progettato questo magnifico Santuario, seguito poi dal figlio Francesco. Il 28 settembre 1890 si posa la prima pietra per la costruzione che nel corso degli anni procede molto a rilento, per via delle guerre mondiali. Dopo decenni, la Basilica viene finalmente consacrata il 21 settembre 1975.

Quello che ha colpito me, e che sicuramente ha colpito anche voi già dalle foto, è la cupola alta ben 54 metri e decorata da preziosi mosaici da cui si irradiano sette cappelle. Queste seguono i sette bracci della pianta radiale per una superficie di 2800 mq, vera e propria metafora del cuore di Maria trafitto da sette spade, ovvero i sette dolori.

Tutta la facciata esterna è stata scolpita da artisti molisani che negli intarsi dei rosoni nella facciata principale omaggiano l’arte del tombolo tipica del Molise.

Io e mia sorella (photo bomber) che saltiamo davanti alla Basilica

All’interno i muri sono di un candido rosa pastello che donano un tocco accogliente alla vasta e gelida Basilica.

Interni rosa della Basilica dell’Addolorata

Mosaici che richiamano il tombolo sulla cupola della Basilica

Quello che però mi ha più fatto piacere trovare è stato il progetto “Adotta una Canna!” dell’organo! Ovviamente ho partecipato ad adottarne una!

Progetto Adotta una Canna

Organo della Basilica dell’Addolorata

Se siete interessati ad assistere alle celebrazioni, gli orari sono:
feriale: ore 7.00 e 17.00 festivo: ore 8.30; 10.30; 12.00; 17.00; 18.30

 

Panorama dalla Basilica dell’Addolorata

Purtroppo la segnaletica per raggiungere la meta è piuttosto scarsa, per cui un buon navigatore aiuta fino ai piedi della montagna. Da lì poi iniziano a spuntare cartelli su cartelli!

Se volete esplorarlo in live, potete godervi lo spettacolo qui.

Un’ultima chicca per voi: il 22 marzo si festeggia la ricorrenza della prima apparizione dell’Addolorata, per cui se avete modo di fare una gitarella fuori porta, correte a visitare la Basilica nei prossimi giorni!

Per ulteriori informazioni, visitate il sito della Basilica.

Allora la conoscevate?

Comments (5)

  • Avatar

    andrea

    certo che no, ma il tuo articolo mi ha fatto venire una gran voglia di visitarla!

    Reply

    • Avatar

      Dona

      Grazie, mi fa molto piacere riuscire a trasmettere questa voglia! Ho raggiunto l’obiettivo 🙂

      Reply

  • Avatar

    dollsbsartoria

    Quante meraviglie nella nostra Italia!!! Grazie per avermene fatta conoscere una in più. Buona pomeriggio.

    Reply

    • Avatar

      Dona

      Ciao! Grazie a te di essere passata e di aver lasciato un pensiero! Alla prossima 🙂

      Reply

  • Avatar

    dog

    This is the perfect webpage for anyone who hopes to find out about this topic.
    You understand a whole lot its almost tough to argue with you (not that I personally will need to…HaHa).
    You certainly put a fresh spin on a topic that’s
    been discussed for a long time. Excellent stuff, just wonderful!

    Reply

Leave a comment

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.